Sabato, Gennaio 19, 2019

Sestogrado

Snow

Somewhere in Thien Shan 2011: il nuovo progetto firmato Paolo Rabbia

Online il SITO UFFICIALE del nuovo progetto di Paolo Rabbia, una traversata sci-alpinistica sulla catena del Thien Shan in Kirghizistan. Due anni fa or sono Paolo ha stupito tutti completando per la prima volta la traversata sci-alpinistica dell'arco alpino in invernale. A fargli compagnia nella traversata ci sarà Giacomo Para. In bocca al lupo!

 

Il Monviso Freeride

monviso freeride
Uscito questo bel libro ad opera del nostro amico Fabrizio Aloi, in arte Inox, che raccoglie una bella quantità di itinerari sulla neve per lo sci alpinismo, lo snowboard alpinismo e le racchette, attorno al Re di Pietra. Ed. Fusta Editore.
   

Serata Paolo Rabbia a Cuneo



Questa sera alle ORE 21,00 presso il CINEMA MONVISO di CUNEO, PAOLO RABBIA presenterà la sua TRANSALP 2009 - la prima traversata scialpinistica invernale delle Alpi,compiuta nell'inverno 2008/2009.
La traversata ricalca le orme di quella compiuta da Bonatti nel 1956 e durante la serata verranno proiettate anche immagini risalenti all'epica traversata di Bonatti.

   

Marco Galliano scende il Cho Oyu in snowboard!

marco gallianoIl saluzzese Marco Galliano si aggiudica il 24 settembre la prima discesa italiana (e terza assoluta) in snowboard del Cho Oyu 8201m. Salita con tutto il materiale in spalla e discesa con pendenza a tratti superiori ai 50°.

 

 

 

   

Paolo Rabbia da Guinness!!!

 

L'alpinista saviglianese Paolo Rabbia detto "Balin" ha concluso da pochi istanti la traversata invernale delle Alpi, dal Monte Canin al Colle di Nava con sci e pelli di foca. 1800km, 150.000 metri di dislivello per un'impresa alpinistica strepitosa.

 

   

Granda: perturbazione in arrivo, attesi fino a 40 cm di neve!

 

E' l'Arpa Piemonte ad annunciarlo: torna la neve, in abbondanza. A partire dalla mattinata odierna sono attese le prime deboli nevicate, anche a bassa quota, che interesseranno gradualmente l’intero territorio regionale con apporti di neve che a fine giornata di domani, 6 gennaio, potranno raggiunge i 10-15 cm di media sulle pianure e con quantitativi di poco superiori in montagna. Le nevicate continueranno nella giornata di mercoledì 7 gennaio e tenderanno ad intensificarsi in particolare nel settore centro-meridionale della nostra regione. Una progressiva attenuazione dei fenomeni è attesa soltanto nel corso della giornata di giovedì. Complessivamente sono attesi fino a 30-40 cm di neve sulle pianure dell’astigiano, dell’alessandrino, del cuneese e del torinese. In montagna le nevicate faranno registrare valori tra i 30-50 cm sulle Alpi occidentali e meridionali.

 

Fonte: targatocn

 

   

Pietraporzio vieta lo scialpinismo

 

Drastico provvedimento sulle montagne cuneesi, per prevenire gli incidenti da valanga. Il comune di Pietraporzio ha emesso un'ordinanza che vieta in modo assoluto lo scialpinismo e lo sci fuoripista su tutto il territorio municipale.

 

Slavine e valanghe si sono susseguite a ritmo serrato sul territorio delle valli piemontesi, dove tra il 14 e il 16 dicembre sono caduti quasi tre metri di neve. La statale della Maddalena, chiusa in quel periodo, è stata riaperta solo nei giorni scorsi così come molte altre strade che hanno costretto all'isolamento diversi paesi di montagna in Piemonte e Valle d'Aosta.

 

Data la situazione, con pericolo valanghe ancora marcato, in molte zone sono state emesse ordinanze restrittive per quanto riguarda lo sci fuoripista. Una di queste è il comune di Pietraporzio, dove in seguito ad un sopralluogo delle autorità, è stato deciso di vietare ogni attività di sci fuoripista per motivi di sicurezza.

 

Fonte: montagna.tv

 

   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Dai il tuo contributo!