Sabato, Dicembre 03, 2022

Sestogrado

Falesia

Nuovo look per la Falesia del Bosco!

falesia bosco

La Valle Tanaro è in continuo fermento e la scorsa settimana i ragazzi della Run Tanaro Roc asd si sono dedicati al ripristino e alla richiodatura della falesia del Bosco di Aimoni.
Per chi non la conoscesse è una visita obbligata durante i mesi primaverili ed estivi per la sua ombreggiata e rigogliosa base parete. È infatti perfetta per i caldi pomeriggi assolati e la sua roccia, quarzite compatta e ruvida la rendono particolarmente piacevole da scalare.

Durante il ripristino è stato possibile chiodare due nuove splendide vie:

-QUERCIA 5c
-SALICI PIANGENDO 6c+

Un peccato perdersi questa meraviglia immersa nel verde rigoglioso.

Link relazione: FALESIA DEL BOSCO

 

Tante succose novità da Viozene

armasseL'alta Valle Tanaro continua a stupirci e la roccia buona sembra inesauribile! Filippo Canavese ci ha inviato le relazioni della nuova falesia TRONO DEI GIGANTI e l'ampliamento della falesia ROCCA DELL'ARMASSE, entrambe nell'area di Viozene in alta Valle Tanaro.

Una quarantina di tiri in totale, più della metà aperti dal 2019 in avanti.

   

Falesia di Bagnasco: considerazioni, nuove vie, richiodature

bagnascoE’ indubbio che la falesia di Bagnasco stia vivendo negli ultimi anni una rinnovata popolarità dovuta senz’altro alla comodità di accesso, alla notevole pulizia della base che viene fatta annualmente dalla pro loco di Bagnasco, all’impegno degli
arrampicatori locali che si sono sobbarcati negli anni e a titolo gratuito la chiodatura e anche la richiodatura a fix inox di oltre il 60% per degli itinerari ed infine alla restante richiodatura del settore da parte di Matteo Canova e
conseguente certificazione della falesia e di tutti gli itinerari. Tutto sembrava essersi esaurito dopo il mio articolo su Planetmountain.com che riporta un’esauriente relazione dei tiri presenti, invece, cercando tra le pieghe della roccia, abbiamo trovato spazio, negli ultimi due anni, per alcune vie nuove o per ulteriori richiodature (tutte a fix inox da 10mm) che chiaramente non stravolgono la falesia ma che vanno ad arricchire la già corposa dotazione del sito.

Nuove vie e richiodature:

I) L’estate indiana 6b+, 30m. (G.Massari 2020). Si tratta di un’arrampicata varia su buone prese con un passaggio più difficile nella parte alta. La via, posta a destra di “Chi dorme non piglia l’AIDS”, si può salire in una sola lunghezza o spezzare
ad una prima fermata (6b) che funge anche da sosta per le vie “Talamus” 7a+ e “Chi mi ama mi segua” 8a senza usare il grosso buco a destra sul bombè (libera originale) o 7c utilizzandolo, inoltre su questa ultima via si consiglia di utilizzare i resinati che effettivamente servono per proteggersi e che si riescono agevolmente a moschettonare dato che inspiegabilmente la richiodatura ad anelli resinati non ha tenuto conto della progressione in arrampicata libera.

II) Topaz 6b+, 22m. (G.Massari 2020). Bella via intensa che si insinua con arrampicata tecnica e di precisione (un po’ eliminante nella prima parte) nella striscia di ottima roccia posta tra “Maga Maghella” 6a+ e “Professor Verde” 6a+ (entrambe riviste, allungate nello sviluppo ed accorciate nella chiodatura per l’occasione).

III) Rikki Tikki Tavi 6b+, 25m. (F.Bausone, G.Massari 1983, richiodatura G.Massari 2022). L’itinerario è situato a destra di “Emma”, via che purtroppo è divenuta inscalabile a causa di una colata di fango generatasi dopo uno degli ultimi eventi alluvionali. Si tratta della richiodatura del terzo monotiro di Bagnasco, dopo “Via le mani dalla testa del gatto” 6b e “Il Sub Sassista” 6a, aperto nell’’83 e mai più rivisto in chiave moderna. La via presenta un’arrampicata per nulla scontata, di posizione e con passaggi da interpretare; al posto dei 7 originali vecchi spit roc da 8mmm sono stati piazzati 10 fix inox con sosta inox che rendono sicuramente più accessibile il percorso. Un grazie a Luca Canavese per la collaborazione.

IV) Decomposizione (o Devastazione) totale 6a, 22m. (G.Massari 2017, richiodatura e rettifica della linea G.Massari 2022) Situata a sinistra della via “Ciao FB” 5c presenta una magnifica e continua arrampicata di posizione su appigli sempre netti e ulteriormente migliorata con la rettifica. La chiodatura della via è stata spostata leggermente più destra e la sosta riposizionata più in alto per evitare di andare a toccare le evidenti lame potenzialmente pericolose poste a sinistra. Un grazie a Sergio Calvi e a Fulvio Scotto per la collaborazione.

V) Io e Igor 6a, 25m. (Chiodatura I.Napoli 1985, richiodatura M.Canova 2016). E’ stata aggiunta una sosta intermedia per poter percorrere in modo indipendente la prima più facile sezione (4b).

VI) Chi fa da sè fa per tre 6a+, 25m. (chiodatura G.Massari 2016). E’ stata aggiunta una sosta intermedia per poter percorrere in modo indipendente la prima più facile sezione (4b).


Giova Massari

   

Nasagò - Falesia Rocca del Vescovo

nasagoLa Valle Tanaro continua ancora stupire con l'ennesima perla arrampicatoria incastonata fra le sue rocce. A Nasagò, vicino ad Ormea è nata la falesia di Rocca del Vescovo. Due settori per un totale di 26 linee.

Ringraziamo il negozio Sit Start Mountain Store di Ormea per la relazione dettagliata.

LINK RELAZIONE FALESIA ROCCA DEL VESCOVO

   

Distretti di Miroglio: Settore Grande Reset

miroglioL'ASD Arrampigranda ha dato vita a nuovi itinerari e ha ripristinato alcune vecchie linee sui Torrioni L, N e M alla falesia dei Distretti di Miroglio, dando vita ad un nuovo spot chiamato:

SETTORE GRANDE RESET

   

Miroglio 1 - Nuove vie

miroglioGiova Massari ci ha inviato questo aggiornamento della felesia di Miroglio 1 (Distretti Beppino Avagnina), con 3 nuove vie sui settori S e T.

A breve arriverà la relazione di un intero settore con vie nuove e vecchie richiodate.

MIROGLIO 1 - AGGIORNAMENTO NUOVE VIE

   

Envie: falesia Madonna della Neve

envie madonna della neveNuova zona di arrampicata di "Madonna della Neve", Envie, sul versante est del Monte Bracco, scoperta da Flavio Parussa poco più di un anno fa ed attrezzata insieme ad altri progetti ancora ben in lavorazione.

Il pdf riguarda solo il settore centrale. Sopra a questo, sta nascendo il Settore Alto (6 tiri a spit e 1 trad); proseguendo 200 m sulla strada si trova il Settore del Piazzale (15 tiri medio-facili, M. C.) e altri settori sono in cantiere.

La falesia è stata attrezzata in ottica "scuola di arrampicata" con chiodatura sicura e abbastanza ravvicinata, soste ad anello chiuso su ogni tiro, gradazione non particolarmente severa.
Attrezzatura interamente inox, con intervento del Comune di Envie e del CAI Monviso, anche alcuni singoli arrampicatori, invogliati dai primi evidenti risultati, hanno offerto con fiducia un po' di materiale o piccole somme di denaro. Vogliamo espressamente ringraziare tutti!

Il logo che vedete in alto alla relazione è quello del gruppo "Mombracco Est Climbing" che è stato fondato con amici di Envie - Occa, arrampicatori e non. Accomunati tutti dalla passione per il proprio territorio, la sua riscoperta e valorizzazione, si trovano spesso per pulire sentieri, rendere accessibili le basi delle falesie, fare progetti futuri.

RELAZIONE FALESIA MADONNA DELLA NEVE

   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL