Mercoledì, Agosto 23, 2017

Relazioni ICE&DRY

VALLE CORSAGLIA

VALLE GESSO

VALLE MAIRA

VALLE STURA

VALLE VARAITA

VALLE PO

VALLE GERMANASCA

VALLE PELLICE

VALLE SUSA

VAL FORMAZZA

VALLE DELL'ORCO

VALLE D'AOSTA

VAL BREMBANA

FRANCIA

SVIZZERA

Messa in sicurezza cascate val Varaita

val varaita iceBuon giorno a tutti,
volevo portare a conoscenza che in questi giorni abbiamo quasi terminato la sistemazione delle soste, delle principali cascate in Valle Varaita.
L’anno scorso abbiamo sistemato il Martinet e la sosta di Fiammetta alla base di Mistero. Quest’anno abbiamo sistemato con resinati Inox lunghi 200 mm, catena grilli e anello di calata Inox le cascate Valeria, Pachidermi, Pineta Nord, Ciucchinel; dato la roccia alquanto scadente (Scisto) i tasselli normali non davano affidamento, si è provveduto a resinare. Invece su Gastok e la Bonvin la roccia di buona qualità ha permesso l’infissione di tasselli Inox 10 x 80 con relativa sosta con catena e anello di calata.
Abbiamo utilizzato tutto materiale Inox e resine idonee allo scopo in modo da fare un lavoro definitivo (almeno per 50 anni si spera o forse anche più) per quanto riguarda il materiale sostituito c’erano delle lacune: Tassello in acciaio zincato, placchette Inox e in acciaio zincato, catena acciaio zincato, maglie rapide zincate ecc… normalmente si deve sempre utilizzare lo stesso tipo di materiale. Alcuni tasselli erano quasi marci dato che li cola acqua sporca (l’acqua sporca cioè con residui organici corrode certi materiali) altri tasselli giravano perché la roccia e scadente.
Autori del restauro Luciano Orsi, Nicola Marchisio Marco Garzino, e l’infaticabile e sempre disponibile Max Piras, più altri amici che in varie occasioni ci hanno dato una mano.

Adesso si arriva alla nota dolente noi abbiamo anticipato il denaro per tutto il materiale messo in loco. I Comuni, le Comunità Montane, il Cai, ecc. ecc… non ci hanno dato nulla ( va già bene se non ci fanno togliere tutto) contiamo sul vostro Buon Cuore non pretendiamo di certo farci pagare il lavoro ci mancherebbe altro ma almeno recuperare i soldi del materiale.
A voi utilizzatori l’uso e gratuito, nessuno vi chiede un biglietto, anche le Guide che portano clienti o i vari corsi del Cai, scuole varie lo usano. Nessuno ci ha obbligati a fare questo lavoro ma era necessario, ed era il momento di farlo. La sicurezza è fondamentale. Naturalmente controllate sempre che non ci siano anomalie, le montagne sono sempre in assestamento!

Sul Martinet e Fiammetta avevamo speso € 220,00
Valeria e Pachidermi € 236,00
Ciucchinel finanziata dalla Scuola Gervasutti € 110,00
Pineta Nord € 50,00
Gastok € 15,00
Bonvin € 15,00

Alcuni amici ci hanno dato qualche soldino. Se volete contribuire potete darli a me direttamente o a Massimo Piras, Marco Garzino, Nicola Marchisio, Ravaschietto Sport, Romeo Isaia (rif. Savigliano) tutte persone di fiducia. Grazie!

Se volete contattarmi via Mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  visitate anche il mio sito http://rampigneacuni.xoom.it/ 

L’anno scorso ho acquistato dal Rottamaio Kg.300 e passa di cavi in acciaio da 12 mm. Alcuni erano nuovi, da mettere sulle cascate in modo da aiutarle nella crescita ed evitare dei crolli specie le candele verticali. Alcune son già state montate altre sono a disposizione di chiunque voglia montarle. All’Anfiteatro di Castello non sono state montate perché c’è una situazione penosa; una Valle che sta morendo, le amministrazioni che non glie ne frega niente del ghiaccio pensano solo alla neve (Perché ci sono i contributi per gli Impianti) e poi a "Fioca Mai"! In più ci sono i fessi come noi che pensiamo a tutto. Vergognoso! I vari esercenti che dovrebbero protestare dormono, non si rendono conto che il ghiaccio è anche turismo! Quando non c’è la neve il ghiaccio c’è sempre, e poi il ghiaccio è nato in Val Varaita!!!!!

Cascatisti scrivete sui vari siti fate rumore, fate sentire la vostra voce se no qua va tutto a ramengo!

Un Caro saluto a tutti Luciano

Dai il tuo contributo!