Vai al contenuto


Punta Crosa da Vinadio


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 dieghi

dieghi

    Admin - Webmaster

  • Root Admin
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4998 Messaggi:

Inviato 27 May 2017 - 04:55 PM

Siamo partiti dal centro fondo di Aisone e poco prima del ponte sullo Stura di Vinadio si svolta a sx seguendo i cartelli per il Forte Serziera. La carrareccia ha un fondo a tratti difficile e sale con belle rampe fino al forte, che domina sopra Vinadio con una stupenda vista sul vallone di Riofreddo (550m di dislivello). Da qui sulla sx si stacca una strada che diventa sentiero dove la ciclabilità cala drasticamente e facendo dei "munta cala" dalla bici si prende subito quota con una serie infinita di tornanti. Gli ultimi 2 km sono i più ciclabili e si raggiunge la punta a quota 1900m circa.

Per la discesa si può scendere da dove si è saliti (salendo non mi è sembrata affatto male), oppure si prende dalla parte opposta una traccia di sentiero poco visibile e non ciclabile all'inizio, che taglia in traverso la parete N della Cima di Trent. Finito il traverso ostico comincia una bella discesa, molto tecnica e con molte insidie, ma nel complesso divertente che vi catapulta a Borgata Goletta, da dove è possibile rientrare al punto di partenza.

Il giro è di soli 18km ma sviluppa più di 1100m di dislivello, con difficoltà attorno al BC+/BC+.

Consigliato nelle mezze giornate e a chi padroneggia bene la bici in discesa.

Da Punta Crosa è possibile allungare la gita in direzione Cima di Trent o Testa Rimà.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi