Vai al contenuto


Colle di Panieris da Pontebernardo


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 dieghi

dieghi

    Admin - Webmaster

  • Root Admin
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4998 Messaggi:

Inviato 05 September 2016 - 05:14 PM

Si sale la valle Stura e si lascia la macchina nel parcheggio sotto il paese di Pontebernardo. Noi abbiamo preso la sterrata dove d’inverno c’è la pista da fondo, per salire a prendere la strada asfaltata per i Prati del Vallone (in alternativa tutta su asfalto). Dai Prati del Vallone proseguire diritti, attraversare il rio e attaccare con grande motivazione le prime ripide rampe della strada militare che sale al Passo di Stau. Dopo 4-5 tornanti le cose migliorano con pendenze più abbordabili e grande divertimento in salita, a cercare di girare in sella gli stretti tornanti. Si prende quota facilmente e a circa 2300m incontrerete il bivio Panieris / Stau; prendete a sinistra e continuate su questa spettacolare strada militare con il punto di arrivo ben in vista. Gli ultimi 100m di dislivello sono da fare bici in spalla o al fianco, raggiungendo la prima casermetta. Bici in spalla per salire gli ultimi 20 metri dritti fino allo scollinamento, a quota 2700m circa, ultima fatica di giornata.

Da qui è evidente il traverso in leggera discesa che porta al colle di Panieris 2674m (attenti ai rimasugli di filo spinato delle fortificazioni). Poco prima del colle, noterete sulla destra un vallone (vedi ultima foto), senza tracce e sentieri, che confluisce nel vallone di Rio Forneris. Scendete di lì facendo la traccia che preferite, con la prima parte ripida (anche qui occhio al filo spinato) e la seconda decisamente più scorrevole, libertà allo stato puro. Tenendo progressivamente la sinistra incontrerete una gola. Sopra di essa si stacca una traccia di sentiero che in 5 minuti vi porta al sentiero che da Ferrere sale al Colle del Ferro. Qui partono 2km di discesa estremamente tecnica e difficile, dove una buona padronanza del mezzo fa la differenza. Dopo, fino a Ferrere, il single track è scorrevole e rilassante. Dal centro di Ferrere scendete sotto il rifugio prendendo il single track che scende verso Villaggio Primavera; anche qui divertimento alle stelle con tornanti e toboga da fare a tutta velocità fino ad incontrare la strada sterrata che entra in paese. Rientro a Pontebernardo su asfalto, evitando la galleria delle Barricate.

Distanza: 27km
Dislivello: 1500m
Difficoltà: BC+ / OC

Personalmente ho trovato questo anello veramente bello, con una salita sì dura, ma divertente e più ciclabile di quanto credessi. Abbiamo fatto la prima parte di discesa in questo vallone privo di tracce per evitare di andare in Francia, dove è vietato andare in bici sui sentieri del parco Mercantour. Scelta azzeccata, catapultati in un paesaggio lunare, liberi di scegliere la linea di discesa a piacimento. Il mio consiglio è di affrontare questa salita come prima, poi se avete ancora gambe potete unire il Colle del Puriac arrivati a Ferrere.

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi