Vai al contenuto


Anello Sambuco - Salsas Blancias - Serour - Sambuco


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 dieghi

dieghi

    Admin - Webmaster

  • Root Admin
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4998 Messaggi:

Inviato 01 August 2016 - 09:09 AM

Partenza da Sambuco, solita salita a Moriglione (fontana) per asfalto dalla statale o per sterrato dal centro del paese e su per la lunga salita di 14km che porta al Colle di Salsal Blancias a quota 2470m. Dopo le foto di rito con il gruppo della Meja di fronte si scende sull'altopiano della Gardetta, si passano le casermette della Bandia (unica possibilità di avere una fonte d'acqua sul percorso) e si giunge al Colle di Valcavera dove si stacca proprio in punta sulla dx il sentiero Lou Vioul des Fiour.

Il sentiero è stratosferico, a tratti esposto, tolti 5m da fare bici al fianco vi porta con dei bei sali scendi nel vallone che dal rifugio Carbonetto sale al Colle del Serour. Da qui ancora un centinaio di metri di dislivello di discesa un po' più tecnica conducono alla salita verso il colle che in base alla gamba vi faranno spingere più o meno la bici (300m circa di dislivello), facendovi arrivare al Colle del Serour a quota 2432m.

Da qui parte la discesa vera propria nel vallone degli Spagnoli, prima bella scorrevole, poi molto tecnica e pendente fino a metà, dove in corrispondenza di una piana con larici, dovete girare verso dx, cercando di non perdere la traccia. Ancora un po' di discesa tecnica conduce al Gias Murè, dove il sentiero si unisce a quello del Vallone della Madonna. Questo sentiero, dapprima più tecnico, diventa molto "flow" nel bosco, conducendovi a Sambuco, dove si chiude l'anello.

Distanza: 35km
Dislivello: circa 1700m
Difficoltà: BC+/OC

Un gran bell'anello, che personalmente ho trovato impegnativo, sia fisicamente che mentalmente. Il single track Lou Vioul des Fiour è davvero un fiore all'occhiello, ma guai a distrarsi. Il Vallone che sale al Serour e il successivo Vallone degli Spagnoli ti danno quel senso di "essere lontani dal mondo" che si cerca quando si va in mtb. Se avete ancora un po' di gamba dal Serour potete scendere a Neraissa Superiore con salita all'omonimo colle e discesa classica su Sambuco, per chiudere il Tour del Bersaio. Sarà uno dei prossimi giri.

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi