Vai al contenuto


Testa di Malacosta


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 inox

inox

    Utente attivissimo

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 472 Messaggi:
  • Memento Audere Semper

Inviato 15 April 2013 - 03:36 PM

Sabato parto solo soletto e con poca motivazione perchè le idee iniziali erano ben altre, ma sul Bianco ormai il meteo si sta mettendo contro di noi ormai tutti i sabati da più di un mese :-((


Parto ore 7 dal Meleze e decido di salire una bella Sud, sperando nel biliardo....
Lascio stare il Ferra perchè avrei da portare troppo gli sci.

Per il Malacosta innevamento continuo (ma durerà poco) da inizio a fine.
Sono quasi 1400 mt di dislivello in ambiente veramente bello e selvaggio.

Visto moltissime valanghe e cornici belle grosse appese come foglie e pronte a venire giù.
Nei prox giorni antenne diritte!!!

In cima vento stile patagonia. Due minuti e via.
Discesa da lacrime....avessi avuto più gambe ripellavo e lo rifacevo.
Semplicemente uno spettacolo.
Io preferisco la neve invernale ma questa è nella Top 5 della stagione.
Un biliardo con solo due tracce di due ski alp che erano avanti a me.
Neve sempre ottima fino all'ultimo pendio sotto Rocca Senghi.
Qua si rientra al Melezè cercando di salvare le gambe nella granita....

Super consigliata ma facendo attenzione a cosa si muove dai pendii esposti a Est salendo...
Appena posso metto qualche foto.

#2 dieghi

dieghi

    Admin - Webmaster

  • Root Admin
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4998 Messaggi:

Inviato 15 April 2013 - 10:45 PM

Bravo inox, dei miei amici l'avevano fatta mercoledì, ma non aveva ancora trasformato bene la neve.

#3 dieghi

dieghi

    Admin - Webmaster

  • Root Admin
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4998 Messaggi:

Inviato 27 February 2017 - 06:45 PM

Finalmente sono riuscito a salire su questa bella cima, dopo 4 anni passati ad organizzarla e per brutte condizioni o per meteo avverso saltava sempre. Ottimo rigelo che mi ha consentito di salire bene con le ciastre senza particolari problemi. In punta panorama mozzafiato e vento patagonico da nord.

Uno sciatore arrivato poco dopo ci ha consigliato di scendere dalla parete Sud, anzichè da dove eravamo saliti. Primi 200 metri per me abbastanza ripidi, ma con la neve cotta a puntino tutto è diventato più semplice. Poi sempre su ottima trasformata fino alla stradina. I primi pendii dopo il ponticello sono in esaurimento neve. Ve la straconsiglio, ma non aspettate troppo!

Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi