Vai al contenuto


Compressione del nervo ulnare al gomito


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 najaru_adm

najaru_adm

    Povero Utente

  • Administrators
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8042 Messaggi:
  • Fate i bravi sul forum

Inviato 05 January 2008 - 10:00 AM

Compressione del nervo ulnare al gomito
Sindrome del tunnel cubitale



Cosa si deve sapere ...
Il nervo ulnare è spesso compresso all'altezza del gomito nella sua parte posteriore ed interna (a differenza del nervo mediano che si manifesta con i sintomi tipici del tunnel carpale al polso e alla mano). Le cause che possono portare ad una sofferenza compressione del nervo ulnare (o cubitale) sono diverse: si manifesta con dolori nella zona interna del gomito (esacerbati dalla flessione) e da senso di intorpidimento e "formiche" della zona dorsale del polso e del 4° e 5° dito (anulare e mignolo). Il trattamento chirurgico di neurolisi e trasposizione comporta la remissione dei sintomi.

--------------------------------------------------------------------------------

Sintomi Il classico sintomo è una vaga algia localizzata in corrispondenza della parte interna del gomito spesso aggravato dalla flessione del gomito: talvolta (muovendo il gomito) è percettibile uno scatto in questa parte del gomito, tipico di una sublussazione irritativa del nervo ulnare e del capo mediale del tricipite. I sintomi legati all'irritazione del nervo si ripercuotono sulla mano (con formiche e "intorpidimento", "rigidità" dell'anulare e del mignolo). Un deficit motorio può essere ugualmente osservato con (in casi estremi) la classica deformazione ad artiglio del 4° e 5° dito della mano.
--------------------------------------------------------------------------------

Diagnosi
La diagnosi di sindrome del tunnel cubitale si basa sull'esame clinico eseguito dallo specialista: dopo un'accurata anamnesi (informazioni date dal malato), lo specialista può ricercare i tre segni principali legati alla neuropatia. 1) Il dolore è ritrovato dallo specialista alla palpazione diretta in corrispondenza del passaggio del nervo ulnare nell'epitroclea. 2) La flessione del gomito può risvegliare gli stessi sintomi. 3) Il "segno di Tinel" (ovvero la percussione del dito dell'esaminatore sul nervo) può dar luogo a sintomi irritativi "formiche" al gomito e mano.
--------------------------------------------------------------------------------

Esami diagnostici
L'esame elettromiografico (elettromiografia) è utile, ma non sempre di facile interpretazione. Le semplici lastre possono mostrare una osteofitosi in corrispondenza del passaggio del nervo ulnare al gomito. La RMN (risonanza magnetica nucleare) può mostrare una compressione del nervo in corrispondenza del nervo ulnare ad opera di neoformazioni (cisti, neoformazione osteocartilagenea ...) o una sua sublussazoione.
--------------------------------------------------------------------------------

Terapia medica e chirurgica
Laddove la diagnosi sia confermata, l'intervento chirurgico è risolutivo. La tecnica chirurgica classica prevede la liberazione del nervo ulnare(neurolisi) nel suo passaggio al gomito a livello dell'epitroclea. Il nervo può essere trasposto nel tessuto sottocutaneo (trasposizione). Per evitare recidive, la liberazione deve essere completa prossimalmente e distalmente.

--------------------------------------------------------------------------------

Riabilitazione


La riabilitazione del gomito operato è essenziale per ottenere un buon risultato: dopo un periodo di riposo di circa 7 gg., la riabilitazione è intrapresa per evitare la formazione di aderenze tra il tessuto nervoso e quello cicatriziale che potrebbe comportare una recidiva della sintomatologia neurologica periferica.

(Nel sito sono esposte indicazioni di ordine generale: in ogni caso è necessario attenersi alle indicazioni terapeutiche e riabilitative dettate dal chirurgo trattante e dal proprio fisioterapista).




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi