Mercoledì, Gennaio 23, 2019

Cubin

Sogno di un Saretto di fine estate

Dunque, con un po' di ritardo vi posto alcune foto della parte boulder del raduno "Arrampicastello" che si è svolto il we dell'11 e 12 a Saretto, in Val Maira. Tutte le foto sono opera del nostro Lorenzo Viada. Per l'occasione avete potuto trovare stampata la CBG relativa al sito blocchi delle Sorgenti del Maira, con i blocchi censiti fino ad ora. Al momento la potete trovare già stampata su cartoncino presso la Tavernetta di Diego a Saretto oppure la potete scaricare a questo indirizzo:

LINK GUIDA

Purtroppo la guida è diventata già un po' obsoleta, perché in soli 2 giorni sono nati vari passaggi nuovi e altri sono stati "raffinati" e alcuni gradi sono stati ritoccati. Quindi, puntuali come la Svizzera, ecco gli aggiornamenti!

-Pag 7, a sx del passo n°1 è nato "Caucciù" 7b
-Pag.7, è stata fatta la partenza seduta diretta del passo n°4 "Er Piga", che porta il grado da 6b+ a 6c (sit)
-Pag.7, il passo n°6 "L'estetista" passa da 7a (sit) a 6c (sit)
-Pag.8, masso 7: i gradi dei passaggi 2,3 sono rispettivamente 6a+ e 6a (6b sit)
-Pag.8, masso 7: c'è un passaggio nuovo a destra del n°3 che percorre lo spigolo, il nome è "Undercut" ed è 6b da seduti.
-Pag.8, masso 8: è stata salita la partenza seduti del passaggio n°1 "Il giardino delle vergini suicide", che porta il grado a 7b (sit)
-Pag.8, masso 8: è stata salita la partenza seduti del passaggio n°2 "Cliffhanger", che porta il grado a 7b, mentre lo stesso passaggio da in piedi è stato rivalutato a 6b+

sa1

"Il giardino delle vergini suicide" 7b

sa1

Christian su "Nobody" 5c

sa3

"Caucciù" 7b

sa4

Mik su "Il giardino delle vergini suicide" 7b


Stay tuned perché si stanno muovendo vari esempi di homo boulderensis a Saretto, in val Gesso e val Ellero, con passi nuovi che aspettano solo dita che tengono più del tenente Colombo.
Goob bye boulder

 

Arrampicastello questo weekend!

a1

Allora ragazzi questo weekend ci sarà il raduno libero Arrampicastello a Saretto, quindi vedete di non mancare! Per quanto riguarda la parte boulder potrete scalare sui più di 50 passaggi puliti fino ad ora alle Sorgenti del Maira, e per chi vuole ancora tante linee vergini da pulire e salire. Per l'occasione potrete trovare la nuovissima CBG delle Sorgenti del Maira, che penso potrete scaricare qui dal sito venerdì e trovare in copie già stampate presso La Tavernetta di Diego sabato e domenica. Eccovi l'anticipazione della copertina:

s2

Quindi vedete di non mancare, se vi piace il buon boulder e la buona compagnia:

s1

Stella a Saretto - Foto Christian Core

Apriamo invece l'angolo delle realizzazioni boulder: Antonio Stazio libera il traverso "Danny the sfig" 7c a Isengard (allungamento verso destra di Danny the Dog), mentre  io (Paulo) sempre a Isengard sono riuscito a liberare la sit di "Gasengard" 7c di tacche e superlancio e ripetere "Barbablu", 7b+ aperto da Marco Torielli che vi consiglio: passo maiuscolo per dita d'acciaio!. Altri progetti attendono, se il tempo tiene.. Per quanto riguarda Sangia Gnus, Magnus sale "Supernova" e "The Dog", entrambi 7c. Su "The Dog" passa anche il prode Ninio in pochi tentativi. A Mombracco Dave Palma sale "Johnny Dawes" 7c di lancio, "Il sognatore" 7b, precedentemente saliti dai fratelli Tallone, che riescono invece sempre insieme a Dave su "Mediterraneo" 7b. Il prode Magnus fa poi visita in Val Ellero e sale un altro must del dinamismo, ovvero "Il passo del Gatto" in versione diretta, portandosi a casa un altro 7c (e fanno 3 in pochi giorni) e sale su "Drago Bianco" 7b di piattoni. Tantissime realizzazioni per questa fine estate bollente.. non vi resta che gasarvi e venire su sabato a Saretto!

 

 

   

La Strada per Isengard

 

i1

La prua meravigliosa di "Isengard" ph. Lorenzo Viada

Hola fanatici del senza corda, approfitto dell'occasione in cui pubblico le splendide foto scattate dal boulderista-fotografo Lorenzo Viada per parlarvi ancora del settore Isengard di San Giacomo di Entracque, in particolare dell'accesso e di qualche linea. Si tratta di un settore non di recentissima valorizzazione, ma riscoperto di recente con la salita di qualche passo nuovo. Per accedervi si parcheggia l'auto a San Giacomo, dopodiché si prosegue per il Soria lungo una larga sterrata a piedi. Dopo circa 10 minuti si giunge ad un primo pianoro con dei massi ai lati, ovvero il settore Vanilla Sky, con dei passi magnifici e massi sovente alti ed imponenti. Per Isengard invece si prosegue ancora per 6-7 minuti, fino a scorgere un ometto sulla destra con relativa traccia tra gli alberi. Se non si trova la traccia no problem, è sufficiente risalire la breve ma ripida scarpata erbosa sulla destra per trovarsi sul pianoro dove sono adagiati i massi. Occhio, i massi sono vicini alla strada per il Soria ma da essa non si riescono a vedere!
La roccia è eccezionale e decisamente abrasiva (meno però del Pian della Casa), i passaggi molto vari e belli, con prevalenza di tacche. Tanto resta ancora da salire, per quanto nella pietraia molte linee presentino atterraggi non fantastici. Le difficoltà sono molto variegate, con passi dal banale al molto difficile.
Posto consigliatissimo inoltre per l'ambiente stupendo di montagna, per il sole pomeridiano e per la quiete.
Siccome il grosso lo censiremo nella guida completa della Valle Gesso qui non mi dilungo con il topo, ma vi preparo un piccolo schema per capirci qualcosa. Ecco quindi i due massi al centro del pianoro, con uno strapiombo evidente verso valle e cadute quasi sempre tranquille su erba.

i2

i3

Il lancio di "Gasengard" 7b/b+

i4

Un po' di expo

   

Nuovi passi a Saretto e al Giardino Zen

Ancora novità sui blocchi del cuneese.
Nell'ambito di una valorizzazione complessiva della Valle Gesso (che dovrebbe culminare in una guida generale nel 2011) abbiamo spazzolato ancora passaggi su passaggi. Al Giardino Zen, che nasconde un sacco di linee, spesso dure sono nati diversi nuovi passaggi, tra cui i bellissimi "Matematica" e "Metafisica", entrambi 7a e il duro e dinamico "La Meccanica Razionale" (grado incerto nei pressi del 7b+/c). Qui le foto per gasarvi:

c3

La violenza insita in "La meccanica razionale" 7b+/c

c4

Lorenzo si stende come un calzino su "Matematica" 7a

c5

Elia sfoggia il dorsale su "Metafisica" 7a


Per quanto riguarda Saretto (settore sorgenti del Maira) è quasi ufficiale, nascerà presto il minitopo delle Sorgenti, sicuramente ci sarà per il raduno "Arrampicastello" dell'11 settembre. I passaggi al momento sono più di una cinquantina (solo quelli puliti) di tutte le difficoltà fino al 7c. Con la combriccola dei Pirati sono nati giusto qualche giorno fa ancora delle belle linee nuove di zecca, e numerosi progetti ancora devono essere completati. Quindi che dire, allego ancora un paio di foto e vi do il benservito, augurandovi di tenere tutte le tacche e non solo..

c1

Il meraviglioso scenario di Saretto: qui Elia su "Paradiso" 7b+ - Gli altri parano con la mente..

c2

Magnus ulula dal dolore su "Matte's Corner" 7b

 

 

   

Video Massi della Luna e super realizzazioni

Eccoci! Con (speriamo) la benedizione di Budder vi presento il video introduttivo allo spot dei Massi della Luna, nuovo sito eccezionale della Valle Gesso, che non sembra esaurirsi mai in fatto di boulder. Solo qualche scorcio per un sito che presenta tanta di quella roccia da ubriacarsene. Enjoy!

Passando invece all'angolo delle realizzazioni, sono i giovani a farla da padroni. Magnus disgaggia e libera il super lancio "Gian-P", 7b a San Giacomo di Boves, poi conclude la battaglia con Supernova, duro 7c a Sangia Gnus in Valle Gesso a cui stava dietro da un po'! Complimenti!

I due fratelli Alberto e Andrea Tallone (quest'ultimo di soli 16 anni!!) invece sbarcano a Mombracco settore classico e ripetono entrambi il lancione storico "Johnny Dawes Superstar", 7c, "Il sognatore" 7b e "Lancia la figa" 7a+. Grandi exploit per i due giovani boulder brothers!

Alla prossima con Cubin, con gli aggiornamenti del giardino Zen e un po' di info per arrivarci (ora è in condizioni decenti dopo il gran lavoro di pulizia). Stay tuned on fuc*in Cubin!

 

   

I massi della Luna

Budder vi spotti sempre con amore.

Confesso che quando Marco Torielli, il Gaskins della provincia granda, mi ha parlato entusiasticamente di questo nuovo spot non ero così convinto.. 40 minuti abbondanti di cammino, ma siamo pazzi? Comunque ero curiosissimo di andare a vedere nei dettagli i boulders, sempre nell'ottica della valorizzazione della valle Gesso che stiamo portando avanti. Così l'altro giorno ci troviamo all'ora di pranzo io, Marco, Funsu (detto kung funsu) ed Elia Stone e partiamo per l'ennesima avventura.

Ebbene sì, ho faticato, mi sono fatto distanziare 10 minuti sul sentiero, ho sudato e faticato ma mi sono dovuto ricredere: è sicuramente il sito con il maggior potenziale di tutta la provincia, lo posso affermare. Peccato appunto per l'avvicinamento, ma vi garantisco che merita di brutto. Un deserto di blocchi, peraltro che Marco sta censendo uno per uno con cura certosina, roccia solidissima e pulita, placche appoggiate, muri verticali, lavagne strapiombanti, grotte impressionanti. Complimenti al suo spirito di esploratore visionario! Da dire quindi che abbiamo scalato tutto il giorno solamente su roccia vergine, cercando di aprire il maggior numero di passi possibili. Al momento ci sono passi dal 4 al 7b+, la maggior parte aperti appunto da Marco nelle sue molteplici visitema per far uscire roba più dura bisogna sicuramente girarsi di qua e di là, e ovviamente tenersi.

Vi presento per il momento qualcuo dei pochi scatti documentativi che ho fatto, sono pochi perché ho anche filmato. Il video lo metterò online a breve su Cubintube, intanto vi invito se avete tempo ad andare a vedere, rimarrete scioccati..

l1

"Vedova Nera" 7b expo

l2

Marco su "L'arcuetipo" 7b+

l3

Elia mette mano ad un project impressionante

 

   

Spazzolare e spazzolare

Continuano giorni intensi in Valle Gesso, con gli amici a pulire passi nuovi. Già, perché tanto lavoro è da fare, ma le linee che escono sono spesso bellissime e ogni tanto esagerate: capita che come ieri, ci ritroviamo a pulire 12 linee completamente nuove tra lo Specchio e il Giardino Zen, sempre in zona San giacomo di Entracque, per poi riuscire a salirne solamente un paio!

Ma, come dice Giova, l'arrampicata è uno sport severo, la maggior parte delle volte si torna a casa con la schiena piegata dalle bastonate. Se no che dire, potevamo scegliere di restare a casa a spazzolare le Barbies!

Apriamo però un momento l'angolo delle realizzazioni: Elia Corso (Eli Stone) riesce su "Effetti dinamici" e "Sangre 62", rispettivamente 7b e 7b+ a Sangia Gnus, Igor Ferrero sale "Sangre a destra" 7a, mentre io riesco a fare la ripetizione del magnifico passaggio, sempre a Sangia Gnus spazzolato da Alberto Garnero e liberato da Loris Beccaria, ovvero "Supernova", un bel 7c di 13-14 moves. Al giardino Zen invece sono nate un po' di linee, quali "killer Stone", eccezionale 7c di tacche, "Tomorrow" 7b di compressione, "Schizofrelia", 7a+/b "Lupo Alfio" 7a expo, e delle placche made in Giova fino al 6c/c+ che fanno paura.. Ma ora è il momento di gasarvi con un po' di foto!

c1

L'uscita di "Supernova" 7c ditoso a Sangia Gnus

c2

Igor su "Sangre dx" 7a sempre a Sangia Gnus

c3

"Lupo Alfio" 7a al Giardino Zen

c4

Elia sulla sua creatura, "Killer Stone" 7b+/c di tacche distanti al Giardino Zen

 

 

 

   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

 

CUneoBoulderInformationNetwork

Tutto quello che c'è da sapere e non sapere sul bouldering cuneese

 

Cubin Tube

Visita il nostro canale video dedicato!

 

 


 

 

SPOTLIGHT

Ciciu del Villar

Saretto (Val Maira)

Valdinferno

Frise

Boves

Mombracco

Val Ellero

Ciciu - Disco

Pian della Casa

Sangia Gnus

Sangia Isengard

Rocca Parvo

Dai il tuo contributo!