Mercoledì, Gennaio 23, 2019

Cubin

Bouldering Occitan e new area a Busca!

Wela seguaci del Budder!

Giumgono incessanti novità. Intanto vi presento il video Bouldering Occitan, opera di Angelo Siri ambientato nell'area di Saretto, in alta Valle Maira. Protagonisti proprio il nostro Warrel nazionale e il guru Christian Core. Il set è l'area di Saretto ma non solo le sorgenti del Maira, bensì anche i nuovi settori di Grange Pausa. Unico problema: il video gasa troppo, ma la stagione fredda incombente crea un po' di problemi! Comunque per il momento su si scala ancora, certo non farà caldissimo ma con qualche bella giornata si performa da dio! Bando ai ciancismi vi metto il super video (guardate che qualità!):

 

Bouldering Occitan from www.dadiego.it on Vimeo.

Nel frattempo i giovani fratelli Tallone ci informano che stanno procedendo ad una pulizia e rivisitazione dell'area boulder sopra Busca, composta di massi di quarzite con tanti bei passaggi di media difficoltà, e qualche blocco più duro qua e là. Presto ci forniranno foto e topo dell'area, che è adattissima per questa stagione. Stay tuned!

 

Chris in versione Provenzale

s1

Chris a Saretto su un bellissimo 7c+ - Area Grange Pausa - Photo Stella Marchisio

Giungono newssss interessantissime dall'area di Saretto, in Alta Valle Maira. Chris Core e Stella Marchisio sono tornati in visita all'area, coadiuvati dal nostro sempre attivissimo Diego Pirotti (Warrel). Sono nati così un paio di nuovi settori, uno verso Grange Pausa (trovate l'accesso sulla guida BoulderDoc) e l'altro sotto la Rocca Provenzale. Si parla di grandi possibilità di espansione del sito, quindi vi invito ad andarlo a vedere, ora che il tempo è bello fresco e aderente!

Trovate un articolo, le foto e qualche indicazione per l'accesso sul sito di Christian (http://www.coreclimbs.eu/core/2010/10/06/saretto-val-maira/).

Tra l'altro sono nate linee molto belle, tra cui il passo più duro della valle, "Elysium" 8a alto circa 8 metri, fatto da Chris con la corda in quanto per il momento la caduta è molto pericolosa. Sempre sullo stesso masso ha chiuso il traverso che percorre tutta la base della faccia strapiombante. Si chiama "lycans" ed è 8a oppure 7a+ se si parte dal riposo a metà. Complimentissimi ai sempre attivi Chris e Stella!

c2

Chris su "Elysium" 8a - Area Provenzale - Photo  Stella Marchisio

s1

Stella su un progetto - Area Grange Pausa - Photo  Chris Core

c3

Chris su un nuovo 8a - Area Grange Pausa - Photo Stella Marchisio

Qui di seguito vi allego ancora le foto che mi ha mandato Chris di un masso che ha pulito e su cui ha liberato dei bei passaggi qualche tempo fa, il primo valorizzato delle aree "Extra Campeggio". Enjoy!

pr1

pr2

1. 5 (sit)  //  2. 5 (sit)  //  3. 5 (accovacciato)  //  4. 6c+ (sit)  //  5. Progetto (sit)  //  6. Predator 7c+/8a (sit)

   

Una mappa del Paradigma

Finalmente ho schiodato il paradigma! Bella lotta su questo stupendo traverso (della serie non mollare mai l'osso fino a che non lo si è mangiato, ed è una delle mie specialità..), e finalmente è uscito! Sono in tuto 20 movimenti divisi in due parti rispettivamente di 7b e 7c, con una ronchietta in mezzo. Provo a darvene una descrizione usando qualche foto che ho fatto nel corso di questi giorni. Dunque, la prima parte è abbastanza retorica, 5 o 6 movimenti su buone prese e buchi, con piedi molto buoni:

p1


Poi inizia il chiave della prima parte di 7b: si prende un tridito netto di destro e ci si apre ad una tacca verticale molto lontana (necessario mettere bene i piedi).

 

p2 p3

 

p4

p5


Con la tacca in mano si prendono un paio di piatti intermedi di destra e si fa un allungo alla ronchia di metà. E fino a qui abbiamo fatto la parte di 7b.

p6 p7

Ora, dopo le dovute scrollate si riparte con un incrocio molto alto, a prendere una tacca-fessura diagonale di destra da arcuare forte, per poi allungarci molto ad un'altra tacca lontana di sinistra.

p8 p9

p10


Con queste due tacche in mano, ora arriva il pezzo più duro. Si avvicina la mano destra ad un'altra tacca in fessura, e ci si spara a sx a prendere la tacca-fessura chiave, che andrà poi accoppiata. Qui è il punto più difficile, ed è dove sono caduto più volte: il "trucco" se non si domina questo passaggio (come nel mio caso): la tacca di sinistra va presa molto in là, non nel punto più buono, perché così ci sarà più spazio per la destra, da arcuare (come nella prima foto sotto!). Quando si realizza l'accoppio, allora ci si alza il piede destro molto e si fa l'ultimo passo duro, una sparata lunga ad una ronchia diagonale.

p11 p12

 

p13

p14


Da qui attenzione agli ultimi 3-4 movimenti fino allo spigolo, la ghisa può giocare scherzi.. Ma è questione di secondi e, abbrancato lo spigolo ci si può voltare indietro, e dare l'ultima occhiata al paradigma completo..

p15

 

 

   

Alì Magnus e i 40 Banditi

Ecco finalmente le foto di Magnus su "The Level", 8a al Trilobite in Valle Ellero (anche il suo primo 8a). Gasatevi con cubin!

1)Dopo qualche mov introduttivo ci si butta sulle tacche da 1 cm in pieno tetto:

l1

2) Si accoppiano le tacche, qui Magnus usa un tallonaggio furioso

l2

3) Ecco il movimento chiave, un lancione ad una tacca più buona molto lontana, e appena la si prende si lancia il tallone sinistro fuori:

l3

4)A questo punto non si può più sbagliare, e si va verso un ribaltamento non duro ma da fare con attenzione:

l4

Nel frattempo dei giovani boulderisti mi mandano alcune foto di un'area che conosco bene  (l'avevo ripulita da 5 sacchi di spazzatura abbandonata anni fa.. ahimé) ma non è mai stata valorizzata: si tratta di una grotta posta proprio sotto alle famose "Grotte del Bandito": un muretto naturale da utilizzare quando piove, tanto è sempre protetto dalla pioggia.. Limitato come risorsa  ma con dei bei passaggini di forza e dei bei progetti che faranno sudare. Ovviamente anche questa verrà censita nella guida della valle Gesso prevista per il 2011. Ecco le foto:

l5

l6

Luca Fantini su "Non si fa la cacca nella grotta" 6c

 

 

   

Gigiat Season

p1

Hola! Continua l'assedio al paradigma (al Gigiat della Valle Ellero, consigliatissimo in questa stagione), che per il momento ha respinto sia me che il prode Ninio. Entrambi abbiamo fatto i due pezzi separatamente ma manca la totale, 20 movimenti su tacche furiose, separate da un'unica buona ronchia. In compenso a farla da padrone sono i giovani: Andrea Tallone sale "Eros" 7a in flash e "Tanatos" 7a in pochi giri. Magnus sale "Tanatos" e la prima parte di "Paradigma", gradata 7b, oltre a flashare "Il Neofita" 7a+. Complimentissimi a entrambi!

p2

Andrea Tallone passeggia su "Tanathos" 7a

p3

Magnus stringe tutto sulla prima parte di "Paradigma" 7b

Dai su che comincia a salire l'aderenza!

   

Da Sant'Anna di Valdieri al Gigiat alle super realizzazioni dei giovani

Beh comincerei con i complimenti super super al Magnus (Fabrizio Magnetto), che si porta a casa la prima ripetizione del passaggio-traverso "The Level" 8a al Trilobite in Val Ellero, che è anche il suo primo 8a. Dopo aver salito otto passi di 7c nell'ultimo anno mette la marcia più veloce e passa direttamente all'8a. Il passaggio, in pieno tetto, è un traverso su tacchine dolorose con un lancio liberatorio ad una presa buona. Aperto dal sottoscritto nel 2003 "dopo lotte nere", finalmente trova una ripetizione. Magnus sostiene anch'egli di avere "tirato al massimo", riguardo al grado commenta solo che è sicuramente più duro dei 7c da lui saliti sino ad ora. Grande Man!

Congratulazioni non di meno poi a Pasupina (Giorgia Inaudi), che si porta a casa a soli 9 anni "Didjeridoo", 6a+ al Bracco, duro spigolo a buchi distanti (ancor più se sei un bambino)!
Vi propongo il video qui di seguito, guardate che stile Giorgia mentre scala! Grazie Pasupà che me l'ha mandato e per la segnalazione:


Invece con gioia pubblico alcune foto di una nuova area (ri)valorizzata da alcuni giovani boulderisti cuneesi, poco dopo l'abitato di Sant'Anna di Valdieri, in prossimità del sentiero per il bivacco Barbero. Alcuni blocchi erano stati già puliti da differenti climber negli anni passati, ma i giovani li rivalorizzano e ne scovano di nuovi, inviandoci le foto. Per il momento ci sono circa una trentina di passaggi distribuiti su 4-5 massi molto belli. Anche quest'area verrà censita in futuro nella guida generale della valle Gesso, che piano piano stiamo preparando. Nel frattempo dico stop alle ciance e vi gaso con qualche foto:

sa1

Greg su "La fessura del Cigno", fantastico 5c

sa2

Meintz esce da "Gotham City" 6c

sa3

Sempre Meintz su un altro 6c

sa4

Takyboy sul duro "Ninja Jizz" 7b


Nel frattempo io sono finalmente andato a visitare il Gigiat, masso enorme in cima alla Valle Ellero magistralmente ripulito da G. Massari & C. l'anno scorso. Avevo fatto male a non andarci ancora! I passaggi sono molto belli e variegati, di tutte le difficoltà, solo in media un po' altini anche se sempre con atterraggi buoni. Il traverso "Paradigma", 8a liberato da C. Core in flash è abbastanza strepitoso (e a me in genere non piacciono i traversi) e penso diverrà un mio project! La seconda parte in particolare, gradata 7c è veramente notevole come bellezza, con movimenti ampi su tacche nette e piccole. Tra i passaggi vi consiglio "Sloppy", "Popeye", "Trilogy", "Nel nome del padre" e vi dico: andate e gasatene tutti!

g1

La parte finale di "Paradigma" (7c)

 

 

   

Finally Raul e mille realizzazioni!

Due parole su un po' di realizzazioni in provincia ultimamente..

Innanzitutto un complimentone al Gaskins della Granda, Marco Torielli che a 46 anni (si può dire, Marco??) e con due figli piccoli sfoggia un livello epico, portandosi a casa nell'ultimo periodo il traverso "Danny the sfig" 7c/c+ a Isengard e "Killer Stone" 7c al Giardino Zen, oltre a liberare un nuovo traverso sotto il famigerato Barbablu, sul quale non si esprime sul grado.. Che dire bisogna scalare con lui per apprezzare il suo livello e la sua umiltà e riservatezza! Complimentoni Marco!

mg

Marco Torielli in una foto d'archivio

Il giovane Gighen  Milano invece si riprende dall'estate di surf ed eccessi e rimette le scarpette, portandosi a casa "On the Edge", duro 7a+ in Valle Ellero mentre il Magnus sale "Effetti Dinamici" 7b di riferimento a Sangia Gnus e "Slap" 7b in Ellero. Il Ninio (Luca Macario), giusto prima di partire per Kalimnos, sale invece uno dei passi più belli dell'area di Saretto, ovvero "Il giardino delle vergini suicide", 7b in sit. Federico Sibona invece riesce su Apocalipto Plus, 7c in Valle Ellero, mix di potenza e tecnica (per il ribaltamento famigerato). Gasati ragazzi!

Per quanto mi riguarda, sono finalmente riuscito a venire a capo della versione in piedi di "Raul", in Valle Ellero al Masso Petra liberato da Christian Core (the Master), riuscendo dopo circa 2 anni di tentativi più o meno sporadici e infruttuosi a tenere e accoppiare quel bordo malefico.. Ora mi toccherà esplorare la sit.. Propongo di seguito, in qualche scatto opera di Gighen Milano la sequenza e un consiglio: andate a fare boulder, che sta arrivando la stagione migliore..

r1 r2

r3 r5

r5

r6 r7

 

   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

 

CUneoBoulderInformationNetwork

Tutto quello che c'è da sapere e non sapere sul bouldering cuneese

 

Cubin Tube

Visita il nostro canale video dedicato!

 

 


 

 

SPOTLIGHT

Ciciu del Villar

Saretto (Val Maira)

Valdinferno

Frise

Boves

Mombracco

Val Ellero

Ciciu - Disco

Pian della Casa

Sangia Gnus

Sangia Isengard

Rocca Parvo

Dai il tuo contributo!