Mercoledì, Gennaio 23, 2019

Cubin

Hard Rock in Valdinferno

v1

Grande sessione di boulder lo scorso we in Valdinferno. Desiderosi di nuove linee, ci buttiamo al settore Golden Globe, e lo scopriamo ancora decisamente da sfruttare nelle sue potenzialità. Non si tratta di un settore nuovo però, anzi.. I massi sono di tutte le dimensioni, dalla falesia del masso di Venere a massi decisamente più piccolini. Spiccano nel settore alcune perle da storia del bouldering, come ad esempio le due traversate aperte da Patrick Berhault in chissà quale anno, sì proprio Berhault lui, la légènde; si tratta di due traversi, aperti in tempi ante-crashpad, decisamente boulderosi, intorno ai 10 movimenti l'uno. Uno si trova sotto il masso "Rolling Stone" ed è valutato intorno al 7b, l'altro in un masso poco sotto, appena verticale, su piatti e tacche sfuggenti ed è intorno al 7b+. Complimenti a Marco Torielli che lo ha ripetuto proprio sotto ai miei occhi, bei moves! Sotto al masso di Venere, il gigante, spicca "L'interruttore", tetto su tacche intorno al 7c/c+  aperto da Marzio Nardi nel 2001 (potrei sbagliare l'anno).

v2

Elia e Lorenzo in parallelo mentre provano "L'interruttore" 7c

Ma credetemi, c'è ancora tanto da fare, e tanti progetti sono veramente duri, di livello 8 sicuramente.. Così ci siamo buttati proprio su quello, ovvero aprire linee nuove. Nasce così prima il bel bordo di "Io ballo il rock", a destra dell'Interruttore, un 7b di circa una dozzina di movimenti che parte a destra e termina assieme proprio all'Interruttore. Nasce poi una linea a sinistra dell'Interruttore, salita dopo innumerevoli tentativi e chiamata "Il condominio", un 7c (circa) su tacche dolorose e distanti ma con moves da antologia.

v3

La più bella delle new entry: "Il condominio" 7c - Foto Lorenzo Viada

Restano ovviamente tanti progetti, di cui molti al limite delle fattibilità. Infine apriamo ancora una sit graziosa su un massetto sotto a Rolling Stones, "In vino Veritas", stimata intorno al 7a+. A fine giornata beh, siamo tutti pieni di nastro, si può dire con confidenza che Valdinferno è lo spot più doloroso come roccia tra tutti quelli della provincia di Cubin. Ma merita, eccome se merita!

v5 v6

Le altre due new entry: "In Vino Veritas" (7a+) e "Io ballo il rock" 7b

v7

Riassuntino del masso di Venere:

1- 6c+ sit  //  2- Il condominio 7c (parte da due tacche sullo spigolo e va verso sx)  // 3-L'interruttore 7c   //  4-Io ballo il rock 7b sit in fondo a dx  //  5- Venere 6a - 6c sit

Aluaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

 

Strapiombo della Fontana: ecco il video!

Enjoy!

{youtube}OxS-ItVKRtY{/youtube}

PS indiscrezione: probabilmente da questo we si organizzeranno delle uscite collettive sui blocchi con l'associazione INOUT, costo ovviamente zero, la finalità è solo socioaggregativa. Questo per tutti gli amanti del boulder, ma anche per chi vuole venire a provare. State Gasati dentro, mi raccomando!

   

Dall'arenaria allo gneiss

Dopo un po' di latitanza invernale vi piazzo un po' di roba:
dall'arenaria di Cengio (10 blocchi, ma che blocchi), vero settorino di Annot dislocato sugli Appennini un po' per caso ecco una foto esplicativa del posto e un minivideo mentre provo una fantastica placca aperta da Marco Torielli (il nome è Tete le Routard, intorno al 7c).

c1

"LO spigolo", progetto a Cengio.

{youtube}bgjLqi7nOZ8{/youtube}


..allo gneiss del Mombracco, in particolare il settore della Fontana, che stiamo cercando di rispolverare un pochino (anche sotto la neve, come si vede dalla foto). Si raggiunge camminando per circa 20 min sul sentiero per le falesie, fino ad un bivio con indicazione "Fontana". Qui vi propongo un minitopo appunto della parte più "hard" dello strapiombo, mentre ho in preparazione un minivideo girato con Lorenzo.

c2

1-La Bianca Mano 7a/a+ con ribaltamento

2- Ossessivo Compulsivo - Prog (attorno al 7b+), termina alla ronchia, forse un po' più duro con la ribalta. Lancio di coordinazione veramente particolare.

3- Ti spacco gli albumi 7b+/c sit, termina alla ronchia.

4- Progetto

5- Progetto? (traversa basso ed esce con 6, attorno al 7c+, duro concatenare tutti i moves)

6-Il passo di Marzio (ebbene sì, aperto da Marzio Nardi) 7b/b+ sit- termina alla ronchia

7- Campo Pratica 7a sit - termina alla ronchia

8- Subito a sx di Campo pratica, progetto sit, facile da in piedi.

Dietro sono presenti altri passaggi più facili, molto manigliati e max 6b.

Preparatevi alla primavera boulderistica incombente!

   

Valdinferno paradisiaca.

 

v1

Kung Funsu risolve il chiave di "Extraplat" 7b sit al masso muschiato - Foto by Lorenzo Viada

Bella sessione con questo caldo fuori stagione a Valdinferno, sui massi di cui stiamo preparando il topo (masso di Carlo e masso muschiato). L'esposizione a sud ha causato lo scioglimento quasi completo della neve e il bosco ora è agibile e, soprattutto, pieno di blocchi, con tante linee vergini ancora da scoprire su cui lasciare tanta pelle ed energia . Un paio di passaggi in particolare su cui ci siamo cimentate sono fortemente consigliati: "Non senza grazia", passaggio in traverso al masso di Carlo intorno al 7a/a+ e "Extraplat", 7a+/b di stimolo. La stagione è questa, quindi vi consiglio di andarci, sicuramente non è il posto più comodo del mondo da raggiungere in macchina ma della roccia e dei passaggi non vi pentirete!
Che Budder sia sempre con voi

v2

Lorenzo su "Non senza grazia" 7a+ sital masso di Carlo

v3

Azione a Valdinferno al masso Muschiato: Scalatore, fotografo e paratore.

PS per info su Valdinferno contattate il sito!

   

-6°C e andare.

1

Freddo cane nelle terre di Cubin. L’inverno è duro per i boulderisti, si sa. Il freddo fa realizzare ma tocca anche sorbirselo. Ieri però abbiamo penso stabilito un mezzo record, riuscendo a scalare con –6°C e nevicata in corso a Valdinferno. A breve però faremo una visita più approfondita sui massi che Giovannino Massari ha restaurato, pulendoli e aprendo anche tante belle nuove linee (sono i Massi di Angelo, di Carlo, di Federico ed il masso muschiato).

2 3

Dopo un po’, in fuga dalla neve e dal gelo abbiamo ripiegato sull’arenaria di Cengio (unico sito con questo tipo di roccia nell’arco di un bel po’ di chilometri). Anche se siamo già in Liguria, penso che come sito ossa già venire incluso di diritto nella terra di Cubin. Si tratta di un sito di una decina di massi, nulla più, ma che meritano sicuramente (e tante linee invitanti aspettano ancora di essere violate).

4

L'arenaria di Cengio in una foto vecchia

Quindi, a breve sono previste:

-La CBG della Valdinferno, con informazioni dettagliate sui massi puliti a nuovo + la Grotta delle Fate.

-Guidino o post con informazioni su Cengio, foto e passaggi spiegati.

Stay tuned, Cubin non muore mai (al massimo sonnecchia).
   

Una storia acida: the chronicles

Direttamente dalla voce di Antonio Stazio le sue impressioni dopo avere liberato "Una storia acida" proposta di 8b+ traverso al Disco Volante dei Ciciu del Villar:

acid1

Il 14.12.2010 anno della tigre, il mio corrispondente anno di nascita, ho realizzato
un super project, un travers di 90 movimenti, al masso della Liretta nei pressi dei Ciciu del Villar (Dronero), sul masso preesistevano gia 2 traversi di cui uno da sx a dx lato strada, chiamato "Viva la vida muere la muerte" 8a, e un'altro, lato fiume di 7b chiamato "dead or alive", poi Paolo Bertolotto l'anno scorso libera "Il Brutalista"
7c blocco, sito all'uscita dei 2 traversi; Quindi la mia mente malata fa il calcolo 2+1 uguale 3 e collego il tutto! semplice a dirsi ma sono 90 movimenti e riposi ce ne sono 2, che pero se non c'è l'aderenza, non sono riposi, perchè le prese sono piatte, e sei sempre con un tallone che tira, quindi dopo 75 movimenti ti blocca il diaframma recuperare con una gamba vicino alle mani!L'8a rispetto alla versione originale viene eseguito al contrario da sx a dx, e dopo che hai fatto il 7b traverso e parzialmente il Brutalista che sara solo 7b perchè eviti la sit, vai a collegarti con "Viva la vida..." e fai 37 spostamenti su piatti estremi e 2 tacchine da 0,8 mm, il tutto si traduce con 8b+ travers! L'ho provato assiduamente per 2 mesi, ho cambiato allenamento al pan-gullich, e mi sono allenato scalando con 3-6 kg, alle gambe e in vita, l'ho spezzato in 5 sezioni e per alcuni giorni di tentativi non ho provato a concatenarlo, ma ho fatto il bravo "operaio meticoloso" scalando ogn
i sezione prima co 3 kg in cintura, e poi aggiungevo 3 kg alle caviglie, e cosi per ogni sezione con brevi recuperi! Lo so che sono esagerazioni, ma è molto efficace per prendere condizioni sullo specifico! Alle volte sento dire da molti climber che si devono allenare al trave al pan, fanno pesi, muro a strafottere! Ma nessuno pensa mai che quel tipo di forza parzialmente non serve! Perchè scalare è un po piu' complesso, facendo taiji ho capito che mani e piedi sono collegati da flussi energetici, tipo elastici, fibre come le chiama Castaneda, ed è ovvio che se tiri solo le braccia queste fibre vengono stimolate solo parzialmente! Riflettete climber! Tante meno tendiniti a gomiti e dita! e piu' roccia; Spero qualche falesista lo venga a provare perchè il grado 8b+ travers non vuolo dire niente, ma un confronto con un falesista, sarebbe per me chiarificante per un ipotetico grado in verticale.Ciao a tutti Anto

Edit: cubin ha scelto di non rivedere quanto scritto da Toni, oltre ad essere un fortissimo climber è un vero e proprio personaggio, che vive la scalata non solo come sport ma come esperienza spirituale, quindi è bello vedere anche cosa significa per lui tutto il contorno, come si vede da ciò che ha scritto nell'email.

   

Una storia acida

Il Bracco ed i Ciciu tengono banco in queste fredde giornate di aderenza nel Cuneese. Spiccano alcune ripetizioni di rilievo, quali a Mombracco settore Classico quelle del Ninio (Luca Macario) sul gettonatissimo Pandora, 7c e quella di Fabrizio Marengo su "Atomic café", 7b+ al masso dell'uomo Ragno (recentemente si sono rotte un paio di prese, quindi il passaggio è leggermente più duro che in passato). Matteo Langhetti invece si porta a casa il lancio di "Johnny Dawes Superstar" 7c mentre Alessandro Penna sale sul difficile "Sciopero", 7c+ a Bracco Nuovo.

b1

Fabri Marengo su "Atomic Café", Mombracco, Foto by Fulvio Silvestri.
Ma la grossa notizia è l'sms che mi arriva dal quasisempregiovane Toni Stazio: "L'ho fatto il super travers! Una storia acida. L'ho chiamato così. 90 moves, forse 8b+ traverso. Ciao"
Si tratta del traverso completo del masso del "Disco Volante", ai Ciciu settore Picnic, un'odissea di piattoni di 90 movimenti, che come seconda parte percorre al contrario il traverso "Viva la Vida", 8a. Che dire?
Notiziona veramente grossa, e complimenti a Toni che non ha mollato il suo traverso per un bel paio di anni. Ecco allora un paio di scatti ad opera di Diego Pirotti, che lo ha parato nel tentativo buono:

a2

Il chiave della prima parte, in comune con "El brutalista " 7c

a1

La seconda parte, ovvero "Viva la Vida" al contrario

a3

Toni verso l'uscita di "Una storia acida" 8b+ traverso al Disco Volante (Villar San costanzo, CN)
   

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

 

CUneoBoulderInformationNetwork

Tutto quello che c'è da sapere e non sapere sul bouldering cuneese

 

Cubin Tube

Visita il nostro canale video dedicato!

 

 


 

 

SPOTLIGHT

Ciciu del Villar

Saretto (Val Maira)

Valdinferno

Frise

Boves

Mombracco

Val Ellero

Ciciu - Disco

Pian della Casa

Sangia Gnus

Sangia Isengard

Rocca Parvo

Dai il tuo contributo!